Via Galcigliana 1/A, 51031, Agliana (PT) - Italy

Come ogni pianta, il limone ha bisogno di accorgimenti specifici per poter crescere e svilupparsi in modo sano.
Per prendersi cura della pianta di limoni dovrai prestare particolare attenzione a tre operazioni: la potatura, il rinvaso e la concimazione.

POTARE IL LIMONE

tre limoni appesi a un ramo

La potatura della pianta del limone è un’operazione fondamentale poiché permette di ottenere buoni raccolti.
Ogni forma di allevamento richiede una potatura specifica ma ci sono delle regole generali che valgono per qualsiasi forma si voglia dare alla propria pianta:

  • La potatura può essere effettuata una volta terminato il periodo invernale, giusto all’inizio della primavera. Anche l’autunno è un buon momento per eliminare i rami in eccesso, Ottobre è il mese ideale.
    Meglio evitare invece i periodi più freddi (le gelate sono molto pericolose per i limoni, così come per tutti gli altri agrumi) e quando le piante sono in piena fioritura o hanno qualche piccolo frutto.
  • I rami da eliminare sono quelli vecchi e secchi, che non fioriscono più. Togliere queste parti danneggiate favorirà la vigoria della pianta.
    Anche i polloni, ovvero i rami sul tronco o sulla base, devono essere potati poiché tendono a svigorire la pianta, incidendo negativamente sulla produzione.
  • Elimina i rami per fare in modo che l’aria circoli all’interno della chioma. In questo modo eviterai il presentarsi di malattie fungine causate dalla troppa umidità.
  • Alleggerisci i rami troppo carichi. Questi, sotto il peso di una quantità eccessiva di frutti, possono spezzarsi, motivo per cui dovrai tenere equilibrata la carica produttiva.

La potatura del limone deve essere leggera e deve servire per cercare un giusto equilibrio tra la produzione e la vegetazione. Tuttavia, potature più profonde possono essere effettuate nel caso in cui si manifestino attacchi di parassiti che non sono stati curati a dovere.

RINVASARE IL LIMONE

pianta di limoni in vaso

Per crescere in modo adeguato, alla pianta del limone coltivata in vaso deve essere cambiato contenitore ogni 1-2 anni cosicché abbia un vaso di dimensioni idonee alla sua grandezza.
Una volta diventata adulta, la pianta può essere rinvasata meno frequentemente, ogni 3-4 anni circa.
Effettua il rinvaso in autunno o in primavera, prima che riparta la fase vegetativa.
Il vaso ideale è dotato di più fori per evitare ristagni idrici, che rappresentano un grosso problema per gli agrumi.
Sul fondo del contenitore ti consigliamo di disporre del ghiaino per garantire un miglior drenaggio.
Distribuisci poi del terriccio specifico per agrumi. A questo punto, il vaso è pronto per accogliere la pianta.

CONCIMARE LA PIANTA DI LIMONI

pianta di limoni

Puoi effettuare la concimazione in due periodi dell’anno: in autunno e in primavera.
Per la concimazione autunnale dovrai utilizzare un fertilizzante organico azotato a lenta cessione. La cornunghia è ottima a tale scopo, così come la farina di lupini.
In primavera puoi somministrare un concime NPK per agrumi con microelementi. Se le foglie sono particolarmente ingiallite è più indicato utilizzare un concime liquido poiché agisce con più rapidità.

ATTENZIONE ALLE MALATTIE DEL LIMONE

limoni

La fumaggine è una malattia fungina che tende ad attaccare il limone. E’ causata da un’umidità eccessiva e può essere evitata semplicemente effettuando una buona potatura per far sì che la pianta respiri.
Tuttavia, se la malattia dovesse manifestarsi, puoi curare la pianta con del rame o con un prodotto come la lavamelata.
Il principale nemico del limone è però la minatrice serpentina che impedisce la crescita della vegetazione. Puoi combatterla con un’insetticida a base di spinosad.
Anche altri insetti come cocciniglie, afidi, pidocchi attaccano questa coltura. Per difenderla somministra del sapone molle: creerà una patina protettiva contro questi insetti.
Se però questi si presentano lo stesso puoi usare il sapone molle con un insetticida a base di deltametrina per eliminarli una volta per tutte.

QUALCHE CONSIGLIO IN PIù

  • Per effettuare la potatura utilizza sempre attrezzi puliti. Dopo ogni utilizzo è buona norma disinfettare gli strumenti per non passare malattie da una pianta all’altra.
  • Dopo ogni taglio passa del rame o del mastice sulle ferite. Così facendo la ferita causata dalla potatura si rimarginerà in tempi brevi.
  • Non irrigare troppo spesso. Ricorda che la pianta di limoni teme i ristagni idrici. Questo però non significa che dovrai essere troppo di manica stretta, è una pianta e ha pur sempre bisogno di acqua.
  • Non posizionare l’alberello in luoghi troppo ventosi. L’ideale è un luogo riparato, possibilmente vicino a un muro.

Hai qualche domanda? Contattaci qua!

Preferenze privacy
Quando visitate il nostro sito web, esso può memorizzare informazioni attraverso il vostro browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui è possibile modificare le preferenze sulla privacy. Si prega di notare che il blocco di alcuni tipi di cookie può avere un impatto sulla vostra esperienza sul nostro sito web e sui servizi che offriamo.